Se mare e spiagge non vi bastano

Capo Testa

Capo Testa è collegato alla terraferma da uno stretto istmo i cui fianchi accolgono le spiagge di Rena di Levante e Rena di Ponente. Questi due versanti permettono sempre da una parte il mare calmo in funzione della direzione del vento. Percorrendo la strada fino alla fine si giunge al faro di Capo Testa dal quale si  vede lo stretto delle Bocche di Bonifacio nella sua interezza e la costa della Corsica. Nelle giornate più belle si distinguono chiaramente le case della cittadina Corsa di Bonifacio. Dal faro a piedi è possibile seguire dei sentieri che scendono al mare, come quello che conduce alla spiaggia di Cala Spinosa. Capo Testa è una palestra per gli appassionati di free climbing, dai meno esperti a quelli più capaci. Sono presenti vari sentieri natura da percorrere a piedi o in mountain-bike per arrivare ai punti panoramici più belli. 

Santa Teresa Gallura

Santa Teresa dista 3 km circa da Capo Testa, durante il periodo estivo sono assicurati dei collegamenti con bus più volte al giorno, per chi non volesse utilizzare l'auto. Il paese offre numerosi ristoranti di cucina tipica, dai locali più di tendenza a quelli più tradizionali.

( Patrizia saprà consigliarvi al meglio, in base alle vostre esigenze)

Da non perdere la visita alla torre di Longonsardo, Oggi questo monumento, ristrutturato e rivalorizzato dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Santa Teresa Gallura, si propone come immagine Storico-Culturale.

Bellissimo anche il porto turistico e le barche tipiche dei pescatori "lungunesi". Al porto è possibile imbarcarsi per la Corsica; il traghetto impiega circa 40 minuti per l'attraversata ed effettua il collegamento tra Santa Teresa e Bonifacio più volte al giorno. E anche possibile imbarcarsi su numerose barche che fanno gite turistiche con pranzo a bordo.

Molte altre informazioni sono reperibili sul sito del Comune http://www.comunesantateresagallura.it/

 

 

 

Download
Mappa di Santa Teresa
ecomappa cammina cammina.pdf
Documento Adobe Acrobat 6.3 MB

Per lo spirito

Chiesa Parrocchiale di San Vittorio (1835/38)
La chiesa parrocchiale di S.Vittorio è stata realizzata nel XIX sec. In fondo alla destra, sul lato destro, si alza la chiesa Campanaria. Tra le opere d’arte custodite merita particolare attenzione il Cristo Crocifisso “Vivo”, sul tipo del Cristo realizzato da Reni, gli argenti sacri donati da Maria Teresa nel 1811, e l’icona incastonata nell’ambone che proviene dalla Russia centrale, della prima metà del ‘700.

Chiesa Campestre di Santa Reparata (1851)
Si erge nella baia omonima, edificata nell’ottocento, riprende il titolo da un’antica chiesa andata distrutta, che sorgeva sul promontorio di Capo Testa. Gradevole l’interno a tre campate e tetto in legno. Campanile a vela rientrato che sporge sul fianco sinistro.

Prima decade di settembre celebrazione della Santa Messa e Processione. Degustazione di prodotti tipici, assaggi di trippa, pane e vino ed intrattenimento musicale a Buoncammino.

 Chiesa di Nostra Signora del Buoncammino (1900)

Si erige al centro della piana a cui da il nome. Edificio seicentesco, ha la pianta a croce latina con una grande cupola sul presbiterio. Sul lato sinistro si apre un piccolo portico; mentre sulla destra del transetto si aizza il campanile a vela. All’interno una pregevole statua in marmo raffigurante la Madonna del Buoncammino (1628).

13/14 giugno Festa di S. Antonio, celebrazione della Santa Messa e Processione.

Chiesa di Santa Lucia (1890)
Santa Lucia (1890) chiesa di quartiere, per la gente del luogo rappresenta il posto in cui i ricordi si mescolano alla nostalgia degli antichi riti di borgo. Ancora oggi si festeggia qui il “salto dei fuochi” con il quale si diveniva ufficialmente comari.

Prima decade di Dicembre si celebra la Tredicina di Santa Lucia e la Novena dell’Immacolata. 24 giugno celebrazione della Santa Messa, fuochi di San Giovanni.

Tomba di Lu Brandali

Di grande importanza è il complesso archeologico di Lu Brandali, inserito in un’ ampia area di  interessante valenza ambientale. Si tratta di un sito nuragico di vaste  dimensioni,  che comprende la Tomba di Giganti, nella quale sono state ritrovate decine di inumati,   il Villaggio composto da varie capanne,  e il Nuraghe, originariamente protetto da un poderoso bastione e da diverse torri, perfettamente inglobati nel naturale ambiente roccioso in cui furono eretti. Attualmente   solo il nuraghe non è accessibile.

Dal  2011 è in funzione  il Centro Didattico Polivalente, dove  ha sede la biglietteria per le visite  al sito archeologico e dove si svolgono  diverse iniziative  legate al patrimonio storico culturale .

Il sito di Lu Brandali è facilmente raggiungibile dal centro abitato: il suo ingresso, ben segnalato, è situato lungo la strada che porta a Capo Testa, sul lato sinistro, a circa 2 km dal paese.

Shopping

Numerosi negozi sono presenti a Santa Teresa, la via dello shopping preferita dai turisti è quella che dalla piazza Vittorio Emanuele 1° porta al piazzale del belvedere sullo stretto. Molti negozi trattano prodotti tipici Sardi. Fatevi consigliare da Patrizia in quale negozi acquistare i vostri souvenir per evitare di incappare in spiacevoli situazioni.

Tutti i giovedì

Tutti i giovedì mattina presso la Piazza adiacente alle Poste si svolge il mercatino settimanale con prodotti tipici e bancarelle varie, molto gradito ai turisti provenienti dalla vicina Corsica.